GIRO DEL MONVISO

 08-12 Settembre 2021

TourMonviso_LagoFiorenza.jpg

DESCRIZIONE

L’anello di più tappe attorno al Monviso si svolge in una cornice paesaggistica unica, offrendo molteplici scorci panoramici sui diversi profili del “Re di Pietra” e l’esperienza di una natura protetta da due parchi naturali. Lungo il cammino si incontrano le ardite pareti rocciose che caratterizzano le porzioni sommitali del massiccio del Monviso, i laghetti cristallini dai reflessi verde-azzurro sul valico di S. Chiaffredo, i contorti pini cembri del Bosco de l’Alevé e gli splendidi specchi d’acqua dell’alta Valle Po. Inoltre, non meno spettacolari sono i passaggi panoramici del Sentiero del Postino, lo storico Buco di Viso, primo traforo delle Alpi realizzato prima della scoperta dell’America 

i vasti spazi del Queyras e l’eccezionale belvedere della Cima Losetta.

Il Giro del Monviso è uno dei più spettacolari e frequentati trekking delle Alpi Occidentali, nonché il più antico itinerario di più giorni intorno a una cima. Fu effettuato per la prima volta nel luglio del 1839 da James David Forbes, professore di filosofia naturale all'Università di Edimburgo

QUANDO: Da Mercoledì 08 a Domenica 12 Settembre 2021

META: Monviso-Parco Nazionale del Monviso-Piemonte

Dettaglio Giornate:

1° Giorno - 08 Settembre 2021

Castello di Pontechianale mt 1600-Rif.Bagnour mt 2000

Partenza in mattinata dall'aeroporto di Bari con volo diretto per Torino, da li trasferimento con bus privato per Castello di Pontechianale(CN) dove inizierà il nostro entusiasmante giro del Monviso. Dal borgo di Pontechianale attraverso una mulattiera immersa in un bosco di Pini Cembri arriveremo al Rifugio Bagnour dove trascorreremo la nostra prima nottata.

Impegno: facile

Dislivello: +400 mt

Ore di cammino: 4,00 c.a 

Km: 6 c.a

 

2° Giorno - 09 Settembre 2021

Rifugio Bagnour 2000 mt-Rifugio Alpetto 2270 mt

Dal rifugio Bagnour percorreremo una mulattiera che, a mezza costa fra i pini, raggiunge Pian Meyer, bellissimo prato punteggiato di cembri dove il rio divaga formando suggestivi meandri. La mulattiera risale il Vallone delle Giargiatte, passando per l’ampia conca del Gias Fons che si apre tra la Rocca Jarea e le Rocce Meano. Innalzandoci con vari tornanti raggiungeremo la conca superiore. Proseguiremo sul sentiero che passa a breve distanza dal bivacco Bertoglio, superando tre specchi d’acqua raggiungeremo il Passo di San Chiaffredo (2764 m).

Da qui attraverso la nostra mulattiera raggiungeremo le pendici di Punta Trento e ed in breve il Passo Gallarino. Qui scenderemo tagliando a mezza costa il versante, attraversando la conca arriveremo in vista del Lago Grande di Viso, sovrastato dalla parete orientale del Monviso. Dal lago in breve si arriva al rifugio Quintino Sella. Da li proseguiremo sul sentiero che ci porterà al rifugio Alpetto, dove trascorreremo la nostra seconda nottata.

Impegno: Medio

Dislivello: +500 mt

Ore di cammino: 6,00 c.a 

Km: 12 c.a

3°Giorno - 10 Settembre 2021

Rifugio Alpetto 2270 mt-Rifugio Giacoletti 2741 mt

Dal rifugio Alpetto saliremo in breve al Quintino Sella, storico rifugio dedicato al fondatore del CAI, seguiremo la mulattiera che conduce al Colle del Viso (2650 m). Procederemo costeggiando il Viso Mozzo per scendere al Lago Chiaretto dal caratteristico colore azzurro turchese. Tagliando a mezza costa i pendii che sovrastano il lago, il sentiero salirà alla Colletta dei Laghi, dopo una breve discesa, saliremo al Lago Lausetto, fino a incontrare la diramazione per la Punta Roma e il Passo Giacoletti. Proseguiremo sul sentiero risalendo le pendici delle Rocce Alte, per poi percorrere l’ampia conca fino al Colle Losas tra le Rocce Alte e Punta Udine, dove sorge il rifugio Giacoletti (2741 m), dove trascorreremo la nostra terza nottata

Spettacolare la visione del tramonto sulla parete nord-ovest del Monviso. 

“.. Dopo la cena oppure prima della colazione .. è d’obbligo la camminata di soli venti minuti alla Tavola di Orientamento delle Rocce Alte del Losas (2837 m). Dalla vetta si gode una vista mozzafiato su Pian del Re e sulla pianura sottostante. Nelle giornate più limpide lo sguardo spazia dal Bernina al Monte Rosa, dal Cervino al Gran Paradiso, dal Granero al Monviso e dalle Apuane alle Marittime. Luogo magico dove contemplare l’alba o il tramonto del sole”.

Impegno: Medio

Dislivello: +860 mt

Ore di cammino: 6,00 c.a 

Km: 12 c.a

4°Giorno - 11 Settembre 2021

Rifugio Giacoletti 2741 mt-Rifugio Viso 2460 mt

Dal rifugio Giacoletti il nostro sentiero scenderà fino a Pian del Re , da li risaliremo fino a Pian Armoine, continueremo su larga mulattiera che, tagliando a mezzacosta sotto imponenti contrafforti rocciosi raggiunge la conca di Pian Mait, a zig-zag, saliremo passando nei pressi della Fonte Ordi e della Caserma delle Traversette. Continueremo a salire fino a raggiungere un bivio, qui, abbandoneremo il sentiero che sale e raggiungeremo in breve l’ingresso del Buco di Viso (2882 m) primo traforo delle Alpi realizzato prima della scoperta dell’America. Percorso il traforo, raggiugeremo il versante francese dove incontreremo il sentiero che proviene dal Col Selliere, che ci porterà al Rifugio Viso(2460 m), dove trascorreremo la nostra ultima notte

Impegno: Medio

Dislivello: +600 mt

Ore di cammino: 6,00 c.a 

Km: 10 c.a

5°Giorno - 12 Settembre 2021

Rifugio Viso 2460 mt-Castello di Pontechianale 1600 mt

Dal rifugio Viso il sentiero in leggera discesa ci farà attraversare il torrente Guil, per salire al Lago Lestiò. Costeggeremo la sponda del lago, per poi raggiungere il Passo di Vallanta (2815 m). Dal colle (suggestivo scorcio sul Viso) scenderemo nel Vallone di Vallanta, che ci porterà all'omonimo rifugio, seguiremo il sentiero che scende gradualmente, raggiungendo la fontana della salute del Gias d’Ajaux per poi raggiungere la Grangia del Rio, e scendere fino a Castello di Pontechianale (1600) dove si conclude il Giro del Monviso. Da qui con bus privato ci trasferiremo all'aeroporto di Torino dove rientreremo a Bari in serata.

Impegno: facile

Dislivello: +350 mt

Ore di cammino: 5,00 c.a

Km: 8 c.a

 

Dettagli escursioni:

Ritrovo: ore 7.00 in Piazza Visitazione a Matera o direttamente all'aeroporto di Bari alle ore 8.00 

Per chi arrivasse da altri parti d'Italia il ritrovo è alle ore 11:00 all'aeroporto di Torino o alle ore 13:00

a Pian del Re(CN)

Difficoltà: <E> Escursionistico

Ore di cammino al giorno: 6-7 ore c.a con soste e pausa pranzo

Orario partenza escursioni: 8.00

Pranzi:  al sacco

Cene: in Rifugio

Abbigliamento consigliato: da escursionismo adatto alla stagione, scarponcini da trekking, zaino, mantellina impermeabile, magliette di ricambio, felpa, pantaloni lunghi leggeri, sacco lenzuolo, ricambi, crema solare, cappellino, occhiali da sole, cibo (barrette o similari), 2 litri d’acqua e macchina fotografica, Kit di Primo soccorso ( bende, cerotti, compeed per vesciche, ecc)

 

Quota d'iscrizione: 430€

*ragazzi dai 15 ai 18 anni accompagnati da un adulto: 350€

 SCHEDA TECNICA

   La quota comprende:

  • Progettazione e stesura itinerario

  • Accompagnamento con Guida Professionale

  • Sistemazione in camerata nei Rifugi con cena, pernottamento e prima colazione

  • Trasferimento con bus privato A/R Torino Aeroporto/Pian del Re

   La quota non comprende:

  • Spese di viaggio a/r  

  • Spese di vitto(pranzi)

  • Bevande per le cene ai Rifugi

  • Tutto ciò che non compare sotto la voce "la quota comprende"

.

ISCRIZIONI

E INFO

        +39 3488066023        murgiatrekking@gmail.com

Murgia_Trekkking.png